Home >> Notiziario


[ Stampa documento ]


VG21.0115 02/02/2021
Istanze antincendio delle strutture ricettive alberghiere in scadenza tra il 31 gennaio e la data della dichiarazione di cessazione dello stato di emergenza epidemiologica da Covid-19: prorogata la validità sino a 90 giorni successivi dalla data di fine dell’emergenza sanitaria (Legge n. 159/2020)
canale: Normativa Tecnica e Legislazione di settore, Turismo

Con la Legge recante misure urgenti connesse con la proroga della dichiarazione dello stato di emergenza epidemiologica dia COVID-19, è stata disposta la proroga sino a 90 giorni successivi dalla data di fine dell’emergenza sanitaria, delle validità delle istanze antincendio delle strutture ricettive alberghiere che sono in scadenza tra il 31 gennaio 2020 e la data della dichiarazione di cessazione dello stato di emergenza epidemiologica da Covid-19.



Approfondimenti


Con la Legge 27 novembre 2020 n. 159 (1) di conversione del Decreto Legge 7 ottobre 200 n. 125, recante misure urgenti connesse con la proroga della dichiarazione dello stato di emergenza epidemiologica dia COVID-19, è stato introdotto il nuovo articolo 3-bis, con il quale sono state modificate le disposizioni relative alla sospensione dei termini dei procedimenti amministrativi prevista dalla Legge “Cura Italia” (2).

Il citato articolo 3-bis, dispone che tutti i certificati, attestati, permessi, concessioni, autorizzazioni ed atti abilitativi in scadenza o scaduti tra il 31 gennaio 2020 e la data della dichiarazione di cessazione dello stato di emergenza epidemiologica da Covid-19, fissata ora per il 30 aprile 2021 (3) salvo ulteriori proroghe future, conservano la loro validità sino a novanta giorni successivi dalla data di dichiarazione di cessazione dello stato di emergenza.



Disposizioni relative alla sospensione dei termini dei procedimenti amministrativi applicabili alla prevenzione incendi

Tra le disposizioni previste dalla nuova formulazione della Legge “Cura Italia” (2), rientrano anche le istanze antincendio (inviate tramite SCIA per le nuove attività o tramite l’attestazione di rinnovo periodico per quelle esistenti e in regola con le disposizioni vigenti di prevenzione incendi), che sono:
-) state presentate dal titolare delle strutture ricettive alberghiere (4);
-) in scadenza nel periodo ricompreso tra il 31 gennaio e la data della dichiarazione di cessazione dello stato di emergenza epidemiologica da Covid-19.

Dette istanze rimangono quindi valide sino a novanta giorni successivi dalla data di dichiarazione di cessazione dello stato di emergenza (prevista per il 30 aprile 2021, salvo ulteriori proroghe). Entro tale data dovrà essere presentata al Comando provinciale dei Vigili del fuoco la relativa attestazione di rinnovo periodico della conformità antincendio.

Successivamente entro cinque anni dalla data di presentazione della precedete istanza, il titolare delle attività soggette alle disposizioni di semplificazione della disciplina dei procedimenti relativi alla prevenzione degli incendi (4), deve presentare l’attestazione di rinnovo periodico antincendio.



Note

(1) pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 5 dicembre 2020 n. 300.
(2) di cui all’articolo 103, comma 2, della Legge 24 aprile 2020 n. 27.
(3) previsto dall’articolo 1 comma 1, del Decreto-Legge 14 gennaio 2021 n. 2, recante ulteriori disposizioni urgenti in materia di contenimento e prevenzione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 e di svolgimento delle elezioni per l’anno 2021.
(4) di cui al Decreto del Presidente della Repubblica del 1° agosto 2011 n. 151.


Allegati
- Art. 103 L 24 04 2020 n. 27 (file .pdf - 17Kb)


Per informazioni
Stefano Blason
Via degli Arcadi, 7
tel. 0481 33101 int. 326
fax 0481 532204
mail s.blason@confindustriaaltoadriatico.it


[ Stampa documento ]